Regione Lombardia: "Linea internazionalizzazione plus"

(2009_BFIN)

 

Regione Lombardia: “Linea internazionalizzazione plus”

Descrizione e Obiettivi

È un’iniziativa finalizzata a promuovere l’internazionalizzazione del tessuto imprenditoriale lombardo supportando la realizzazione di progetti di internazionalizzazione complessi da parte di PMI tramite la realizzazione di programmi integrati atti a sviluppare e/o consolidare la presenza e la capacità di azione delle stesse nei mercati esteri.

Chi può partecipare

Possono partecipare all’Iniziativa le PMI lombarde iscritte e attive al Registro delle Imprese da almeno 24 mesi.
Sono escluse le PMI lombarde che abbiano un codice ATECO 2007 primario di cui alle sezioni A (Agricoltura, Silvicoltura e Pesca), L (Attività immobiliari) e K (Attività finanziarie ed assicurative).

Entità del contributo

L’agevolazione sarà concessa fino al 100% delle spese ammissibili di cui l’80% sotto forma di finanziamento
agevolato ed il restante 20% sotto forma di contributo a fondo perduto.

Il tasso nominale annuo di interesse applicato al Finanziamento è fisso ed è pari allo 0%.
L’agevolazione minima richiedibile è pari a € 40.000
L’agevolazione massima richiedibile è pari a € 500.000
La durata del finanziamento è compresa tra i 3 e i 6 anni, con un periodo di preammortamento massimo pari a 24 mesi.

Le agevolazioni concesse si inquadrano come segue:

– per la quota di contributo a fondo perduto nel Regime quadro della disciplina degli aiuti SA.57021 e in
particolare nella sezione 3.1. della Comunicazione della Commissione Europea approvata con Comunicazione
(2020) 1863 del 19.3.2020 “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia
nell’attuale emergenza del COVID-19” e s.m.i., nei limiti e alle condizioni di cui alla medesima comunicazione ed all’art. 54 del D.L. 34/2020, fino ad un importo di 800.000,00 euro per impresa, al lordo di oneri e imposte;

– per la quota di finanziamento nel Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013
relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti «de minimis».

Spese ammissibili

Sono ammesse spese per:

a) Partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero e ad eventi a queste collegati (ad es. workshop,
eventi B2b, seminari, ecc.). Sono altresì ammissibili spese per la partecipazione a fiere virtuali e per
l’utilizzo di piattaforme di matching/agendamento di incontri collegati alle fiere.

b) Istituzione temporanea all’estero di showroom/spazi espositivi (per un periodo di massimo 6 mesi) per la promozione dei prodotti/brand sui mercati esteri. Sono altresì ammissibili spese per vetrine/esposizioni virtuali.

c) Azioni di comunicazione ed advertising per la promozione di prodotti o brand su mercati esteri.

d) Spese relative allo sviluppo e/o adeguamento di siti web o l’accesso a piattaforme cross border
(B2B/B2C) per consolidare la propria posizione sui mercati esteri anche finalizzati alla vendita on line di
prodotti o servizi.

e) Consulenze in relazione al Progetto e al programma di internazionalizzazione.

f) Spese per il conseguimento di certificazioni estere per prodotti da promuovere nei paesi target (incluse le certificazioni per l’ottenimento dello status di Operatore Economico Autorizzato e delle altre figure di esportatore autorizzato previste dagli accordi di libero scambio siglati dalla UE con Paesi terzi).

g) Commissioni per eventuali garanzie fidejussorie di cui alla D.G.R n. 675/2018.

h) Spese per il personale dipendente (in Italia e all’estero) impiegato nel Progetto di
internazionalizzazione calcolate in maniera forfettaria nella misura del 20% sul totale delle spese dalla
lettera a) alla lettera g).

i) Spese generali forfettarie nella misura del 7% sul totale delle spese dalla lettera a) alla lettera h).

Quando partecipare

In attesa di apertura.

Lasciaci un contatto per avere una consulenza gratuita e senza impegno, valuteremo insieme se hai le condizioni per vincere questo contributo.

Privacy e Cookie policy